Valutazione articolo: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

I primi passi per una corretta SEO: le regole principali

SEO per principiantiQualche anno fa poteva sembrare un argomento esclusivamente tecnico, ma ultimamente sono sempre di più le aziende che guardano con sempre maggiore attenzione alle problematiche SEO (Search Engine Optimization) durante la realizzazione del proprio sito web. Questo articolo vuole essere una breve guida, esaustiva sulle teniche base di ottimizzazione per i motori di ricerca.

In realtà, più che di "ottimizzazione per i motori di ricerca", dovremmo parlare di realizzare un sito web nella maniera più corretta.

Assicuratevi di inserire i meta tag

Uno dei fattori più importanti è la realizzazione di un buon titolo da dare alle vostre pagine e una breve descrizione, che sia leggibile da un uomo e non pensata per un motore di ricerca, perché saranno i vostri clienti a leggerla.

Il tag <title> è quello che appare nel link di Google quando effettuate una ricerca e che gli utenti vedranno quando troveranno il vostro sito web. Ancora più importante è il fatto che il tag title è anche una delle cose più importanti che i motori di ricerca utilizzano per la determinazione del contenuto e della pertinenza del vostro sito, e questo, a sua volta, ha un grande effetto sul posizionamento in Google del vostro sito web.

Anche se può certamente essere efficace utilizzare una parola chiave o due nel title, occorre fare attenzione a non abusarne, per il visitatore, un <title> conciso senza “spam” sarà più attraente di una serie di parole chiave.

Ultimo consiglio è quello di assicurarsi che ogni pagina del vostro sito abbia un title diverso, ovviamente perché ogni pagina tratterà di diversi argomenti, tanto che Google considera non troppo bene diverse pagine tutte con lo stesso titolo.

Passando al meta tag “description” questo viene di norma visualizzato nelle S.E.R.P. (cioè i risultati delle ricerche di Google) come breve descrizione immediatamente sotto al titolo; deve quindi essere allo stesso tempo ottimizzato sia per i motori di ricerca (concisa presenza di parole chiave riguardanti il contenuto della pagina) che, cosa più importante, per l’utente, che leggendolo dovrà essere invogliato a visitare il sito. È fondamentale quindi impegnarsi nella stesura di queste brevi descrizioni, al pari di una campagna pay per click.

Quanto alle keyword, potete anche ignorarle, tanto lo farà anche Google e gli altri motori di ricerca.

Create buoni contenuti

Creare buoni contenuti, originali e pensati per l’utente è, e dovrebbe essere, un must per chiunque pensi di aprire un sito web, sia esso personale o aziendale.

Il copywriting cioè la stesura dei testi, spesso per un’azienda è sempre un “problema minore” rispetto alla realizzazione del catalogo prodotti o servizi, eppure la creazione di contenuti di qualità ha un impatto ancora più sostanziale sulla vostra azienda e il vostro business.

In seguito agli ultimi aggiornamenti di Google poi i contenuti di qualità sono diventati più importanti che mai. Questo significa che testi troppo carichi di parole chiave o troppo corti sono penalizzati, mentre gli articoli e i contenuti web davvero utili e frutto di una ricerca approfondita vengono premiati con buoni posizionamenti sui motori di ricerca.

Molti siti web aziendali, poi, hanno pagine e pagine scritte nel tipico gergo del marketing, testi quasi illeggibili per un motore di ricerca. O peggio, ci si riferisce ai propri prodotti con terminologie non usate dai propri clienti.

Come accadeva in una divertente gag di Aldo, Giovanni e Giacomo, se il nostro è un “negozio di ferramenta”, non dovremmo scrivere (per darci un tono) che vendiamo “infrastrutture hardware dedicate ai professionistisenza mai citare il termine "ferramenta" che ci rende realmente visibile agli occhi dei nostri clienti. Questi vogliono sapere con esattezza quello che fate senza essere presi in giro e vi cercheranno solo con i termini a loro familiari.

Questo genere di contenuto web è inutile tanto per i lettori quanto per Google. Nessuno cercherà mai “infrastrutture hardware” al posto di “ferramenta a Roma”, e così, fortunatamente, le esigenze SEO stanno rendendo del tutto obsoleta una scrittura che adotti questo genere di espressioni.

Inoltre, tecnicamente parlando, tutte le pagine devono avere almeno un titolo <h1>, da non confondersi con il meta <title> e magari un sottotitolo <h2>. Per questi vale la stessa regola di essere brevi, concisi e scritti per un umano e non per Google.

Infine usare delle URL facili da capire (sia per un uomo che per un motore di ricerca).

Osservate, ad esempio, questi due link:

  • http://www.miazienda.com/index.php?Ne=292&N=461+4294967240
  • http://www.miazienda.com/catalogo/donna/scarpe/stivali

Quale dei due invoglia di più al click se si sta cercando uno stivale da donna?

I tool del mestiere

Se il vostro sito web si avvale di un web-server Apache potete evitare problemi di contenuti duplicati, che possono capitare quando si usa un CMS, facendo ricorso al file .htaccess. Il file htaccess serve anche a configurare l’accesso evitando che il vostro sito risponda sia a http://www.miazienda.com che a http://miazienda.com, questo per Google è un contenuto duplicato e non è una cosa buona, se poi il vostro sito web possiede più di un dominio (.it, com, net, etc...) allora configurare bene il tutto diventa una priorità fondamentale per le esigenze SEO.

Il file robots.txt e la favicon non sono essenziali, ma sicuramente aiutano i motori di ricerca a capire cosa devono indicizzare e cosa non, mentre la favicon aiuta la riconoscibilità del sito per l’utente.

Anche una sitemap è molto importante nel caso in cui il sito abbia moltissime pagine o una struttura di navigazione progettata maleby design” dalla web agency.

Gli errori da evitare nella realizzazione di un sito web

Fino ad ora abbiamo parlato di cosa fare per realizzare un sito web di successo e con buone probabilità di scalare la vetta nelle ricerche di Google, ma un capitolo a parte meritano soprattutto gli errori, cioè le cose che sono assolutamente da evitare.

Il primo errore è quello di usare plug-in che bloccano in tutto o in parte i motori di ricerca o non sono fruibili dai diversi device come smartphone e tablet. Il primo che viene alla mente è Adobe Flash, a questi dove possibile è da preferirire HTML5.

Funzioni come JavaScript, cookie, ID di sessione, frame, DHTML possono impedire di visualizzare l'intero sito, o una parte di esso, da parte di uno spider e questo potrebbero riscontrare dei problemi durante la scansione del tuo sito. Anche Javascript troppo complessi che rallentano il caricamento possono creare problemi, dato che la velocità di un sito sta diventando un fattore critico per Google. Non usare inoltre versioni "mobile" del vostro sito web (con possibili problemi di duplicazione dei contenuti) ma siti basati su tecnologia responsive.

Abbiamo già parlato riguardo al fatto di non riempire pagine con elenchi di keyword, non tentate di effettuare il "cloaking" (mascherature) di pagine e non create pagine "apposite per i crawler". Se il vostro sito web contiene pagine con queste tecniche, Google prenderà in considerazione questi link e le pagine ingannevoli e potrebbe ignorare completamente il vostro sito.

Non acquistate un servizio di ottimizzazione per motori di ricerca (SEO). Alcune agenzie affermano di "garantire" un posizionamento elevato del vostro sito nei risultati di ricerca di Google.

Alcune aziende serie di consulenza possono effettivamente migliorare i contenuti e la leggibilità, ComPart Multimedia ad esempio offre il servizio di ottimizzazione SEO solo ed esclusivamente ai suoi clienti compreso nella realizzazione di un sito web, perché le due cose non possono essere trattate separatamente.

Tuttavia vi sono tantissime agenzie che utilizzano dei metodi ingannevoli (tier linking, link farm, etc...) che servono sostanzialmente a raggirare i motori di ricerca. Fate attenzione, se il vostro sito web viene affiliato a uno di questi servizi ingannevoli, potrebbe venire escluso da Google.

Queste agenzie difficilmente vi diranno quale tecnica useranno, spesso perché trattandosi di tecniche ingannevoli non si sentiranno a loro agio nello spiegarvele. Siete sicuri di voler affidare il vostro sito internet ad una agenzia del genere?

Questo è tutto?

Si, o meglio, no. Tutto quello che è importante sapere nella realizzazione di un sito web è stato riassunto in questo articolo, tutto il resto del lavoro a questo punto si svolge “fuori” dal vostro sito web ed include, relazioni pubbliche, promozioni, tecniche di marketing, ed altre azioni, che probabilmente saranno oggetto di un altro articolo, che servono a costruire popolarità presso il vostro pubblico.

In maniera lecita e costruttiva si intende.




Tags: