RoughlyDrafted in Italiano

Daniel Eran Dilger in San Francisco

Traduzione italiana ufficiale di uno dei blogger più attenti al mondo Apple, ai suoi prodotti e alle strategie di marketing: RoughlyDrafted

Disclaimer: Gli articoli di questo blog sono un adattamento in italiano fedele di quando riportato da Daniel Eran Dilger nel suo blog e non necessariamente riflettono le idee di ComPart Multimedia.

 

RoughlyDrafted in italiano

Valutazione articolo: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Estasiati dai dati di vendita che indicano il sorpasso degli smartphone Android su iPhone, molti sedicenti “esperti” sono saltati alla conclusione che questo è solo l’inizio, che i tablet Android saranno i prossimi e che la piattaforma iOS di Apple sarà presto relegata in una posizione di nicchia come spesso è successo con Apple. Questi signori si sbagliano.

Ecco perché.

RoughlyDrafted in italiano

Valutazione articolo: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva

Apple ha appena iniziato la sua avventura con il Mac App Store, ma probabilmente la società vuole portare lo store sui PC con Windows entro un anno o due.

Ecco perché.

RoughlyDrafted in italiano

Valutazione articolo: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva

Apple non soltanto ha annunciato la prossima uscita di una versione per Mac del suo famoso App Store, ma si è posta anche degli obiettivi molto aggressivi per lanciare la vendita delle applicazioni entro i prossimi tre mesi.

Ma perché lo store è così importante per Apple?

RoughlyDrafted in italiano

Valutazione articolo: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Nonostante Apple tragga la maggior parte dei propri introiti dalla vendita di prodotti hardware, ultimamente sta investendo ingenti risorse nel delineare le linee guida del futuro del software.

Un ottimo esempio al riguardo è certamente HTML5.

RoughlyDrafted in italiano

Valutazione articolo: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Se non si conoscono tutti i retroscena si potrebbe pensare che tutto il putiferio scatenatosi nella guerra tra Apple contro Adobe sia esploso dal nulla, magari perché Steve Jobs si è svegliato una mattina con la luna storta e ha deciso per questo di prendersela con Adobe.

Per tutti quelli che invece immaginano che ci possa essere qualcosa di più, sarà necessario fare un piccolo viaggio a ritroso nel tempo ripercorrendo la storia dell’informatica per dipanare il mistero.